giovedì 31 marzo 2016

Chi lo capisce è bravo...

Domenica con Rockyno abbiamo deciso di vederci un film. Come sapete il tripode è appassionato di fantascienza a differenza della nonna Trip che mi propinava certi mattoni , solo registi russi morti suicidi, una vera angoscia... ( e il Piccolo Lord  ovviamente ). Allora scegliamo il film , ho due alternative , una è "The Martian "che è a pagamento ,l'altra è questo "Interstellar" che è gratis. Va da sè che si sceglie il secondo...La scheda del film mi lascia un pò perplessa: gruppo di scienziati cerca altro pianeta dove piantare il granturco..mah ..sarà sponsorizzato da una lobby di agricoltori. Per essere in sintonia , preparo pop corn , mi accomodo sul divano mentre Rocky si appassiona ai chicchi non scoppiati, li mastica , si riempie le gote e li risputa lateralmente, fa abbastanza schifo ma fa niente, pulirò dopo. Ora , vorrei provare a fare , non dico una recensione, che prevede di aver capito qualcosa della pellicola, ma almeno un riassunto delle immagini viste per due belle ore abbondanti. Press'a poco la sequenza è questa: la Terra si sta esaurendo e quindi bisogna subito trovare un pianeta dove emigrare . Detto ,fatto. Partono un  pò di astronauti, ognuno per i fatti suoi, con destinazioni varie nell'Universo. Ovviamente di loro non si sa più nulla. Il protagonista, astronauta anche lui, decide di andarli a cercare, perchè comunque lui ha in mente un bel Pianeta dove trasferire l'Umanità ma intanto darebbe un passaggio anche a questi sventurati smarriti nel cosmo da anni. La figlia dodicenne non è tanto d'accordo, lui le dice " sta tranquilla, il viaggio è lungo, fa conto che torno quando tu avrai la mia età, solo che nello spazio il tempo è relativo per cui quando torno avremo la stessa età". Lei piange, non si sa se per il dispiacere o per la spiegazione scientifica un pò approssimativa. Comunque lui parte col suo equipaggio e passano gli anni, e attraversano buchi neri, e vanno in universi paralleli con deformazioni spazio - temporali. Dopo vent'anni terrestri la figlia , che non gli rivolgeva la parola dalla partenza, gli manda un bel video dicendo " bel bugiardo che sei, ho la tua età e tu non sei tornato, lo dicevo che eri inaffidabile". Lui vorrebbe rispondere ma passerebbero altri vent'anni per cui lascia perdere. Disgrazie varie si susseguono lassù nel cielo blu, tra cui anche il collega astronauta ritrovato su un pianeta inospitale che cerca di far fuori il protagonista perchè lui  non vuole restare lì a fargli compagnia ( capite anche voi che l'idea di passare la vita da solo su un pianeta roccioso ricoperto da ghiaccio con atmosfera al 90 per cento di ammoniaca e con terremoti ogni 10 minuti non è il sogno di nessuno, non devi restarci male se il tuo migliore amico ti dice " guarda farei una puntatina su Alfa Centauri per vedere se è meglio , magari torno ma non garantisco, stammi bene e ricordati di sistemare la bandiera a stelle e strisce che è un pò storta). Punta l'astronave su un 'altra destinazione lontana un paio d'ore spaziali che sono equivalenti ad altri 50 anni terrestri. Che disdetta. Chi glielo dice a quelli rimasti sulla Terra ad aspettare? Il viaggio è però più tumultuoso del previsto per una serie di incidenti tra la quarta e la quinta dimensione, in pratica è come se avessero puntato male il navigatore.. a causa di questo errore lui perde i sensi e dove si sveglia?? non indovinerete MAI. Si sveglia galleggiante nella sesta dimensione che è esattamente dentro la libreria della stanza della figlia. E quindi capisce che quei movimenti che loro attribuivano a qualche fantasma e che facevano cadere i libri erano causati da lui stesso vent'anni dopo ........
A questo punto anche la figlia ( che è cresciuta ed è diventata un grande scienziato ) capisce questa cosa del ponte spazio temporale e prende nota dei segnali che il papà le manda dalla libreria in una specie di linguaggio morse. Poi lui sviene .E quando si risveglia per la seconda volta è in  ospedale....sul Nuovo Pianeta!!! dove tutta l'umanità si è trasferita grazie alla formula del viaggio nel tempo che sua figlia ha elaborato. Allora lui dice " grande la mia bambina, non vedo l'ora di salutarla". Peccato che lei ha 102 anni e muore appena lo vede.
....
ps 1 Rocky ha detto che per lui la trama è chiarissima, d'altra parte sette anni miei sono uno dei suoi, il concetto gli era chiaro dall'inizio.

ps 2 giuro che se qualcuno l'ha visto e sa spiegarlo meglio gli concedo di riscrivere tutto il post.



sabato 19 marzo 2016

Il regalo

video

questo l'ha trovato Rocky in rete...a me è sembrato bellissimo :-)
ps devo cambiare la password del PC, anche se il tripode è come un hacker, riesce ad eludere ogni sorveglianza....

martedì 1 marzo 2016

Allegria

Anche questa volta il Capo è riuscito a delegare me e la mia collega per la presentazione del dipartimento alla giornata del Beginners Day, praticamente il giorno di presentazione dell'azienda ai nuovi assunti. La dinamica è sempre la stessa: lui arriva circa 15 minuti prima che inizi la sua sessione, mette la testa in ufficio da noi e sbadigliando dice :
-Sono davvero troppo preso oggi per fare anche questa cosa , ho una call con gli States ( telefonata con il capo americano in cui il 90 % del tempo lo passano a parlare di partite a golf e a scambiarsi barzellette infarcite di  doppi sensi) , un briefing con l'Headquarter ( altra telefonata in cui un tizio a Londra legge dei numeri e tutti gli altri fanno finta di ascoltare e intanto giocano ad Affetta la Frutta sul telefono) e anche un meeting sulla Customer Satisfaction ( riunione in cui i venditori condividono i questionari con  i voti che ci danno i clienti, di solito vanno da Inaffidabile a Non lo consiglierei a nessuno, incolpandosi a vicenda per il pessimo andamento degli ordini salvo poi trovarsi tutti d'accordo sulla necessità di un bonus motivazionale per se stessi)
Quindi ci lancia una chiavetta usb dicendo: - la presentazione è già tutta fatta, praticamente dovete solo leggerla, potete farlo anche voi.... e sparisce dalla vista .
Io e la collega ci guardiamo depresse , tanto una figuraccia in più che male può fare, questi poi neanche ci conoscono , certo che organizzare le cose un pò prima non sarebbe un'idea malvagia ma qui l'improvvisazione è considerata un talento, come se fossimo al cabaret..
Apriamo i file della cartella "presentazioni".
Sconforto e avvilimento.
Quella più recente è del 2013.
Su una slide c'è un'organigramma con nomi di gente di cui non ci ricordiamo nemmeno la faccia.
I risultati sono obsoleti e anche tutte le descrizioni.
Ma come si fa a rifilarci del materiale così scadente?? ci credo che non voleva presentarla lui...
Cerchiamo di sistemare qualcosa ma il tempo è davvero minimo, dalla sala conferenze vengono a chiamarci perchè tocca a noi.. ci prepariamo a ricevere fischi degradanti.
Entriamo. Indovinate chi sta completando l'intervento subito prima di noi? Lui, il Bravo Venditore.
Ha fatto un power point che nemmeno alla Nasa per la missione su Marte lo faranno così sofisticato. Anche gli effetti speciali sonori..quando proietta un titolo si senta il fischio della nave che entra in porto ( fa un pò Titanic, non mi sembra una scelta felice, ma lui va in visibilio e sorride togliendosi gli occhiali alla Mike Bongiorno, manca solo che saluti il pubblico con la manina)
Allegria....