lunedì 15 gennaio 2018

Nuovi capolavori

Speravamo che il nuovo anno portasse un pò di normalità in ufficio..purtroppo non è andata così. Vi dò giusto due esempi altamente significativi:
1)vicino alla pluripremiata scultura di giovane artista emergente che abbiamo acquistato per meno di 10.000 euro ( un vero affare considerato che acquisterà enorme valore in futuro, più o meno tra circa milleduecento anni quando la ritroveranno in uno scavo archeologico della zona) dicevo accanto al primo capolavoro è apparso un secondo pregevolissimo manufatto. Trattasi di un quadro ottenuto con  un collage di lamiere riciclate e arrugginite, infestate dal tetano.Impossibile dire con sicurezza cosa rappresenti, chiederlo all'artista ( tale Vladimiro B.)  è inutile visto che ha chiamato l'opera " Il dubbio".
2) il Bravo Venditore ha completamente cambiato look, indossa striminzite giacchette nere su jeans anch'essi neri e foulard di seta antracite. Sembra un critico  uscito da un vernissage, ogni tre passi si ferma, apre un block notes che si porta sottobraccio e grida "Interesting!" O è impazzito o ha capito che ha un futuro come esperto d'arte , di ordini veri non  ne prende ma almeno troverà qualche altro capolavoro da piazzare in reception. Anzi, se anche voi avete un cugino che fa sculture con i bottoni e la pasta di sale o un vicino che crea origami con le carte degli stuzzicadenti segnalatemelo che lo assumiamo a tempo indeterminato

lunedì 18 dicembre 2017

Follie di Natale

Oggi turno in contemporanea con i mercatini di Natale,già è da folli segnarsi di turno in un'occasione simile,quando la possibilità che gente strana varchi la soglia del cancello è vicina alla certezza assoluta.
Vi cito solo tre momenti top:
Abbiamo mandato dei volontari nuovi a prendere qualche pigna e qualche ramo secco nel bosco per fare le decorazioni di Natale .Sono tornati con un abete di 4 metri .Ne ignoriamo la provenienza .Meglio non sapere
Sono arrivati i vigili ( temevo allertati da qualcuno per l' abete scomparso) invece volevano solo comprare un panettone. In quel momento il nostro stereo piazzato all'esterno con due potenti amplificatori trasmetteva canzoni di Natale. I
Vigili ci chiedono: " con la Siae siete a posto vero? Per i diritti d'autore.." e io : "ah ma non c'è bisogno, sono melodie composte dai volontari così a livello amatoriale" mentre l'altoparlante diffondeva Bing Crosby in una delle sue migliori interpretazioni di White Christmas..
Per finire, è arrivato un istruttore cinofilo cubano che addestra Cocker spaniel antidroga.  Non chiedetemi cosa voleva ,non l'ho capito nemmeno io.

domenica 3 dicembre 2017

Il Sesto senso

Nuovi arrivi in canile e direi che andiamo sempre meglio. Visto che faccio il turno ogni due settimane capita che mi perdo qualche  arrivo , salvo dover poi far conoscenza quando mi trovo a distribuire la pappa alla sera. Allora,ieri sera  entro nel primo capannone e appena chiudo la porta ho come quella sensazione di avere qualcuno che mi sta fissando. Avete presente quel sesto senso che ha salvato i nostri antenati dalle fauci delle tigri dai denti a sciabola mentre attraversavano la pianura durante l'ultima glaciazione? ecco, quello.  Cerco di capire cosa provochi questo leggero disagio.Faccio due passi e dalla fioca luce dei box ( ma le mettiamo queste lampade a led che consumano anche poco ??) emergono due occhi che mi fissano. Il resto del cane, seduto , è alto quanto me.  Sembra un incrocio tra un pastore maremmano e un altro cane di quelli che stanno bene da soli in cima ad una montagna, meglio se gli date tutto un altopiano e poi vi togliete dai piedi, che già se vi percepiscono ad un paio di chilometri gli salta la mosca al naso. Adesso prendete un esemplare così, che qualche cretino ha pensato di portarsi in un giardinetto del villino brianzolo e poi non riusciva più ad aprire la porta di casa...e quindi fatelo finire in canile e immaginatevi quanto è contento di starsene nel suo box ( peraltro che sia riscaldato non gliene importa un accidenti). Per dirvi , che il cane, nella sua assoluta fierezza incuteva un filino di timore senza bisogno che accennasse a un Bau.
A questo punto la sottoscritta non è tanto convinta di aprire la porta, entrare nel box, dirgli Seduto e mettergli giù la ciotola.. .
Torno in cucina e chiedo: " scusate, qualcuno di voi sa com'è Chopin, il pastore appena arrivato "? dovrei entrare nel suo box..
Una collega lancia un grido " ma sei matta?? io la pappa gliel'ho lanciata dall'alto! non azzardarti ad aprire la porta"
Fare un cartello no eh? avvisare sulla chat di gruppo nemmeno eh? siamo nel 21° secolo e io devo salvarmi la vita grazie ad un residuo di istinto di conservazione risalente all'età della pietra. Vi pare possibile?

domenica 12 novembre 2017

Che bella vita

Allora ... grandi novità in azienda, ci è arrivato questo proclama in cui si annuncia una  completa revisione dei processi aziendali in funzione di una migliore efficienza lavorativa. In pratica cosa succede: tutti gli uffici che si trovano al primo piano saranno spostati al secondo piano, quelli del secondo finiranno al primo e quelli al piano terra si scambieranno le scrivanie da sinistra a destra.
Non fate quei sorrisini, se non capite il cambiamento epocale siete già tagliati fuori.
Ovviamente gli organigrammi sono stati già completamente rimescolati. Passiamo da una struttura verticale ormai obsoleta che neanche nell'esercito si usa più, ad una più moderna e aggressiva ( parole del Direttore Generale, l'Invisibile) struttura a doppia matrice sovrapposta con tratteggio diagonale ( lo so , sembra presa dal film Amici Miei..e pensate che l'hanno scritta veramente) . In pratica, i pochi che avevano una vaga idea di cosa facevano in azienda , adesso non ce l'hanno più.
Ma veniamo all'aspetto più drammatico della faccenda: abbiamo cercato in tutti nuovi organigrammi il nome del Bravo Venditore ma non l'abbiamo trovato. L'abbiamo cercato tra le Vendite, in Produzione, all'Ufficio tecnico, persino nello staff della Reception e tra gli Addetti ai Generatori Elettrici ( con la tremenda paura che gli avessero affidato un compito di quelli davvero seri e utili).
Niente.
Nessuna traccia.
Missing.
Eppure lui è lì che gira per i corridoi senza alcun turbamento. Abbiamo pensato che forse  non sapeva nemmeno prima cosa faceva esattamente, quindi il fatto di non avere nulla da fare adesso non gli cambia di una virgola la giornata. Peraltro, nessuno si accorgerà mai della sua assenza ( o presenza, a seconda dei punti di vista) non avendo mai dato, lui, alcun contributo sensato alla vita aziendale.
Quindi continuerà a prendere lo stipendio, facendo quello che ha fatto finora, cioè niente.
Che bella vita.

lunedì 23 ottobre 2017

Un paio di notizie..

Notizia numero 1: Oggi in azienda si è acceso l'impianto di riscaldamento. Dico "si è acceso" perchè pare che nessuno ne sia responsabile , o meglio , nessuno è in grado di spiegare come funzioni veramente e in base a quale principio si accenda e spenga in maniera, sembra , del tutto autonoma.
In pratica la temperatura è regolata da un sistema pensante, benchè non umano ( anche più pensante di alcuni colleghi) . Tu chiedi a quelli della manutenzione: "Scusate, potete regolare la temperatura? perchè in ufficio fa un po' caldo ( o un po' freddo )". E loro alzano le braccia,  ti guardano scuotendo la testa e dicono : " non si riesce, non è possibile".
Perchè?? gli chiedi.
Perchè è un sistema che si regola da solo in base alla temperatura esterna.
Ma che significa??? si regola come?? chi decide?? non c'è un termostato,una manopola, una valvola, una qualche accidenti di manovella che girando, schiacciando , abbassando o alzando mi modifichi la temperatura?? Siamo in ostaggio di un ente supremo che decide per noi, una sorta di divinità a forma di caldaia che decide se oggi devi stare al caldo o al freddo. Un pò come in 2001 Odissea nello Spazio, qui invece del computer che prende il comando di tutto abbiamo un scaldabagno gigante che fa il bello e il brutto tempo. Ormai la situazione è del tutto fuori controllo , per calmare gli animi hanno installato dei finti termostati negli uffici , solo per dare l'illusione che l'essere umano conti ancora qualcosa ma sono solo scatolette di plastica incollate al muro. L'ultimo responsabile della Manutenzione è laureato in Fisica dei Fluidi Termodinamici.
Appena arrivato l'abbiamo mandato sul tetto a guardare gli impianti.
Anche lui è sceso alzando le braccia e scuotendo la testa.

Notizia numero 2 : oggi il Bravo Venditore ci ha scritto una mail e abbiamo notato che vicino al suo  nome è apparsa una nuova qualifica. Adesso si firma " Category manager indirect"
Qualcuno ha idea di cosa sia??

domenica 1 ottobre 2017

Arte contemporanea

La scorsa settimana abbiamo festeggiato il compleanno dell'azienda , cent'anni dalla fondazione ( che se l'Ingegnere buon'anima avesse previsto l'arrivo dei personaggi attuali tipo il Bravo Venditore o l'Invisibile con l'assistente Divana forse quel giorno anzichè fondare un'azienda andava a pescare). Comunque in occasione dell'evento la Direzione ha istituito un premio in favore di un'opera d'arte, un concorso rivolto a giovani artisti con brillante futuro: il giudizio insindacabile di una Giuria d'eccellenza doveva poi decidere quale opera più di tutte rappresentasse lo spirito della Società.
La Giuria era così composta: il Direttore generale ( l'Invisibile) , la tizia che scrive i Comunicati Stampa ( come se la Stampa si fosse mai interessata di noi..in realtà scrive comunicazioni interne  sull'occupazione corretta dei parcheggi aziendali o sulle convenzioni col fiorista in fondo alla via), un ragazzino neo assunto con contratto di tre mesi  e una sedicente esperta d'arte .Ora  , da questo team cosa potevamo aspettarci? di sicuro una competenza fuori dal comune. Bene , infatti quando è stato tolto il telo che copriva l'opera tutti i presenti sono rimasti ammutoliti. Letteralmente senza parole. Anche il Bravo Venditore, notoriamente prodigo di commenti positivi per qualsiasi cosa arrivi dalla Direzione, è rimasto lì a bocca aperta come un luccio fuor d'acqua. L'opera, composta da argilla e minerali fusi, occupante circa un metro cubo , richiamava come primissima immagine il risultato finale del processo digestivo di un dinosauro ( visto il volume) . Imbarazzo negli occhi del presidente chiamato a complimentarsi con l'artista ( un tizio che si aggirava in sandali e casacca indiana per tutti i corridoi e che è stato visto mangiare in tutti e tre i turni di mensa- nello stesso giorno).
Io invece sono rimasta molto soddisfatta perchè penso che l'artista abbia veramente rappresentato la spirito dell'attuale momento senza mezzi termini. Bravo.

domenica 3 settembre 2017

C'è confusione...

Questa sembra inventata ma vi giuro che è vera... Proprio quando pensavo che finalmente il livello medio degli aspiranti nuovi volontari di canile fosse arrivato a livelli accettabili , senza psicopatici, gente che arriva lì perchè ce li mandano, fidanzati abbandonati , soggetti che si addormentano e cascano dalla sedia ecc.. , proprio quando iniziavo a nutrire  un ragionevole ottimismo nei confronti del genere umano ecco che arriva il colpo di grazia. Una che aveva seguito tutte le 4 serate del corso mi scrive questa domanda: " Scusate, non ricordo bene , la vaccinazione obbligatoria che DEVO fare è l'antitetanica o l'ANTIRABBICA?
Capisco che con questa cosa dell'obbligo dei vaccini, qualcuno si fa prendere la mano e se li fa tutti..ma l'antirabbica.. dopo aver fatto il corso!! non  si può sentire.. Volevo dirle : si esatto devi farle entrambe e chiedi al medico anche qualcosa per il cimurro, che non si sa mai.