lunedì 25 gennaio 2016

Resoconto dettagliato

Dunque..non per vantarmi...ma l'attività in biblioteca con i bambini è andata meravigliosamente bene, quelle angeliche creature sono state attente , interessate , curiose ma al tempo stesso educate e compite.

ahahahahah... non ci siete cascati vero?

i piccoli selvaggi non stavano fermi nemmeno per trenta secondi di seguito.. ma cosa gli danno ai bambini oggi per merenda? stupefacenti?  ai miei tempi alle quattro la mamma ti dava un bel panino con la nutella che ti zavorrava per almeno mezz'ora e al mattino se ti muovevi dal banco anche solo per raccogliere la gomma la suora ti fulminava con uno sguardo che di misericordioso aveva ben poco.Poi ti prendeva per un orecchio e ti incementava alla sedia per le restanti 5 ore. Nessuno di noi alunni dell'epoca è diventato un serial killer e ciò testimonia la fondatezza dei metodi educativi di allora.
Adesso le mamme chiedono permesso per ogni cosa:
- scusa Sofia, tesoro , puoi per favore provare a sederti e a non urlare come un' aquila mentre la signorina ci spiega queste bellissime cose sui cani? ( frase pronunciata con un filo di voce e quasi piangendo)

Per favore Sofia??!!!  ma quale per favore????  Io ho provato una volta a fare capricci mentre ero con mia mamma a fare la spesa e avevo circa sei anni. Mi ha lasciato per terra piangente nei pressi della fermata del tram . E nonostante questo come potete vedere sono una persona perfettamente equilibrata. Almeno credo.

Comunque, nonostante questo clima anarchico-rivoluzionario, nonostante l'apparente confusione sembra che i demoni si siano divertiti e , incredibile a dirsi, hanno fatto anche una prova con il cane dell'educatore Renato che è andata molto bene ( merito del cane, of course)
La responsabile della biblioteca ci ha perfino chiesto di ripetere l'incontro tra un mese.. mi ha chiamato ieri e mi ha detto:
" visto il numero di richieste arrivate dobbiamo assolutamente ripetere l'incontro, ai bambini siete piaciute tanto, brave, professionali, vi faccio i miei complimenti..ci sentiamo Antonella!"
Antonella a me??
dovevo capirlo subito, ci ha confuso con quelle che leggono le fiabe al sabato  pomeriggio.... puah.



8 commenti:

  1. Son curioso di sapere come funzione il sabato pomeriggio,
    i bambini leggono le fiabe ai nonni che, ovviamente, si addormentano.
    L'educazione che hai ricevuto non è stata poi così deleteria
    se non fosse che sei più vicina ai cani che ai cristiani.
    Ciao, anzi, Bau.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sabato pomeriggio mamme disperate lasciano i pargoli in biblioteca e scappano il più lontano possibile..purtroppo poi gli tocca tornare a riprenderseli ....
      Bau anche a te :-)

      Elimina
  2. Ah ah, al prossimo incontro (se ci sarà) fammi un fischio che ti aiuto a tenere a bada i mocciosi :)
    ...mica gratis... in cambio tu mi dai una mano (leggasi consigli) con i due pelosi insubordinati(leggasi spesso fuggiaschi) che si sono installati a casa mia ;)
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che meraviglioso baratto! :-)))
      allora , la Biblioteca è sicuramente per te facilmente raggiungibile quindi sei già arruolata ( in realtà servirebbero dei body guard con preparazione militare per fronteggiare quella schiera di selvaggi..credimi..)
      Per i consigli ..troverai nientemeno che l'istruttore Renato in persona, chi meglio di lui! :-))

      Elimina
  3. Affare fatto!! :)
    Fammi solo sapere data e ora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo! Ti manderò locandina ufficiale così ci fai un po' di pubblicità:-)

      Elimina
  4. l'altro giorno una mamma sudtirolese (e se non ci si può più fidare nemmeno del rigore educativo delle mamme sudtirolesi si può tendere l'orecchio per l'imminente arrivo delle trombe di armageddon)ha chiesto al figlio dodicenne di farle il piacere di aprire la bocca perché il dottore (indovina chi?) doveva, per il suo bene, togliergli mezzo quintale di schifezze che albergava nella sua tonsilla destra,l'ha detto con la stessa determinazione con cui io potrei chiedere ad un ultrà di cedere il posto sul bus ad una anziana signora, nota che quello da due mesi aveva talmente male che pensava di avere il mal d'orecchie, ma la bocca non l'ha aperta, la madre non ha fatto un plissè e se ne è andato con il suo male e la sua tonsilla lercia, la prossima volta lo vedremo probabilmente anestetizzato per una tonsillectomia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse l'ultra' è più recuperabile....:-(

      Elimina